Cerca
Close this search box.
eredità legittima

Tutti i dettagli sull'eredità legittima in Italia:

cosa devi sapere

Introduzione

Nell’ambito delle successioni e delle eredità in Italia, la legge stabilisce un importante principio di protezione per i legittimari, garantendo loro una quota di eredità che non può essere lesa dal testatore. Questa quota è conosciuta come “legittima” ed è un aspetto cruciale del sistema successorio italiano. In questo articolo, esploreremo nel dettaglio cosa rappresenta la legittima ereditaria in Italia e come funziona.

La quota di legittima in Italia

La legittima ereditaria in Italia è una porzione del patrimonio del defunto che è riservata ai legittimari, ossia gli eredi che hanno diritto a questa quota in base alla legge. La quantità di legittima a cui ogni legittimario ha diritto dipende dalla composizione della famiglia del testatore:

  • Se il testatore ha un solo figlio, la legittima corrisponde a metà del suo patrimonio.
  • Se il testatore ha due o più figli, la legittima è un terzo del patrimonio.
  • Se il testatore ha un coniuge e un figlio, la legittima è la metà del patrimonio.
  • Se il testatore ha un coniuge e più di un figlio, la legittima è un terzo del patrimonio.

Protezione della legittima: L’azione di riduzione

La legge italiana prevede che se il testatore dispone dei beni in modo da ledere la legittima, i legittimari hanno il diritto di esercitare l’azione di riduzione. Questo significa che possono chiedere al tribunale di reintegrare la loro quota di eredità. L’azione di riduzione può essere esercitata entro 10 anni dalla morte del testatore.

Un aspetto importante da notare è che l’azione di riduzione può essere esercitata anche dai legittimari pretermessi, ossia coloro che non sono stati nominati eredi nel testamento del defunto.

Esercizio dell’azione di riduzione

Per esercitare l’azione di riduzione, i legittimari devono seguire una procedura specifica. Devono notificare al donatario o al legatario un atto di diffida in cui lo invitano a ridurre le donazioni o le disposizioni testamentarie che ledono la legittima. Se il donatario o il legatario non si oppone alla diffida, i legittimari possono chiedere al tribunale di dichiarare la nullità delle donazioni o delle disposizioni testamentarie lesive della legittima.

Assistenza legale per la tua legittima ereditaria

Se sei un legittimario e ritieni che la tua quota di eredità sia stata lesa, è fondamentale ottenere assistenza legale specializzata. Gli avvocati dello studio legale Spina & Nobili Avvocati sono pronti ad aiutarti a valutare la tua situazione e ad ottenere la reintegrazione della tua quota di eredità. La tutela dei tuoi diritti ereditari è una priorità per noi, e lavoreremo per garantire che tu riceva la tua giusta parte dell’eredità. Contattaci oggi stesso per una consulenza legale personalizzata.

Spina e Nobili Avvocati - buca via Morghen Napoli - Intervista "Le Iene"

Fine dell’incubo a via Morghen: Il successo della mediazione legale raccontato nel servizio televisivo della trasmissione “Le Iene” con l’intervista all’avvocato Francesco Spina

Fine dell’Incubo a Via Morghen: Il successo della mediazione legale raccontato nel servizio televisivo della trasmissione “Le Iene” con l’intervista all’avvocato Francesco Spina Dopo un periodo di preoccupante incertezza, gli abitanti di via Morghen 63 e via Solimena 9 possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. Grazie all’intervento deciso e strategico dello studio legale Spina […]

Continua a leggere...
Impatto-e-Riflessioni-sulla-Commissione-di-Massimo-Scoperto

La sentenza della Cassazione del 29.02.2024: Impatto e riflessioni sulla commissione di massimo scoperto

La sentenza della Cassazione del 29.02.2024: Impatto e riflessioni sulla commissione di massimo scoperto Introduzione: La recente sentenza della Cassazione del 29.02.2024 ha segnato un importante punto di svolta nel contesto delle relazioni tra banche e clienti, soprattutto per quanto riguarda l’applicazione della Commissione di Massimo Scoperto (CMS). Questo articolo esplorerà l’impatto della sentenza e […]

Continua a leggere...