L’attività dello studio si sofferma, in particolare, su tutte le problematiche riguardanti il momento patologico del rapporto matrimoniale, curando le incombenze che conducono alla separazione dei coniugi, nonché all'eventuale successiva fase del divorzio. L’assistenza legale fornita in questo settore dallo Studio Legale Nobili, si realizza prestando scrupolosa attenzione ai problemi relativi all'affidamento della prole, connotandosi per il costante interesse verso tutte le questioni sottese alla continua evoluzione degli istituti giuridici in materia.

 

Lo studio si occupa altresì delle unioni civili. Tale istituto prevede che due persone maggiorenni, anche dello stesso sesso, si costituiscono mediante dichiarazione di fronte all'ufficiale di stato civile ed alla presenza di due testimoni. L’atto è registrato nell'archivio dello stato civile. Le parti possono stabilire, dichiarandolo all'ufficiale dello Stato Civile, di assumere un cognome comune, scegliendo tra i loro cognomi o di anteporre o posporre al cognome comune il proprio. Con la costituzione dell’unione civile le parti acquistano gli stessi diritti e doveri. L’attività dello studio si concentra tanto sulla fase prodromica rispetto alla stipula dell’unione civile – e, dunque, relativa all'attività di consulenza prestata a chi volesse meglio approfondire gli aspetti della nuova normativa – quanto sulla fase patologica, ovvero allo scioglimento dell’unione civile.

Ti risponderemo al più presto

Per favore, inserisci il codice:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

**Gentile Cliente, informiamo che i Suoi dati raccolti saranno trattati esclusivamente allo scopo di evadere la Sua richiesta ed in conformità alle vigenti Leggi in tema di tutela dei dati personali, essi non saranno diffusi o trasmessi a terzi per nessun motivo.

Informazione Giuridica - AvvocatoAndreani.it Risorse Legali

Uno dei due coniugi revoca il consenso al divorzio congiunto: conseguenze (ven, 09 lug 2021)
Uno dei due coniugi revoca il consenso al divorzio congiunto: conseguenze Avv. Anna Andreani. La Corte di Cassazione, nell'ordinanza n. 19348 del 7 luglio 2021 affronta la questione dell'efficacia sul giudizio di divorzio su domanda congiunta della successiva revoca del consenso da parte di uno dei coniugi. Il caso: la Corte di appello di Venezia rigettava l'appello proposto da Tizio nei confronti della sentenza del Tribunale di Verona, che aveva accolto il ricorso di divorzio da lui proposto congiuntamente alla moglie, nonostante che egli non avesse sottoscritto il verbale e avesse voluto revocare il proprio consenso. Per la Corte distrettuale, nel confermare la decisione di primo ...
>> leggi di più

La funzione educativa e non assistenziale dell'assegno di mantenimento per i figli. (Mon, 05 Jul 2021)
La funzione educativa e non assistenziale dell'assegno di mantenimento per i figli. Avv. Anna Andreani. Nell'ordinanza n. 18785 del 2 luglio 2021 la Corte di cassazione torna ad occuparsi dei presupposti in presenza dei quali i genitori hanno l'obbligo di continuare a provvedere al mantenimento in favore dei figli maggiorenni. Il caso: La Corte di Appello di Messina, in accoglimento del reclamo proposto ex art. 739 c. p. c. da Tizio avverso il provvedimento del Tribunale di Messina, revocava l'obbligo, incombente sul padre, del mantenimento in favore della figlia Caia, attesa l'età avanzata della stessa (di anni 26) e la sua indiscutibile scarsa propensione agli studi, nonché il ...
>> leggi di più

Criteri e presupposti per la revisione dell'assegno di mantenimento (Fri, 02 Jul 2021)
Criteri e presupposti per la revisione dell'assegno di mantenimento Avv. Anna Andreani. Con l'ordinanza n. 18608 del 30 giugno 2021 la Corte di Cassazione si pronuncia in merito alla individuazione dei presupposti e e dei criteri per la revisione dell'assegno di mantenimento anche per i figli nati fuori dal matrimonio. Il caso: Il Tribunale di Arezzo respingeva il ricorso proposto da Tizio per la modifica degli originari provvedimenti emessi dal Tribunale di Perugia in ordine alla misura del contributo da quest'ultimo dovuto per il mantenimento della figlia minore (fissato in €3. 000,00 mensili), nata dalla sua relazione more uxorio con Caia. La Corte di Appello di ...
>> leggi di più