L’attività dello studio si sofferma, in particolare, su tutte le problematiche riguardanti il momento patologico del rapporto matrimoniale, curando le incombenze che conducono alla separazione dei coniugi, nonché all'eventuale successiva fase del divorzio. L’assistenza legale fornita in questo settore dallo Studio Legale Nobili, si realizza prestando scrupolosa attenzione ai problemi relativi all'affidamento della prole, connotandosi per il costante interesse verso tutte le questioni sottese alla continua evoluzione degli istituti giuridici in materia.

 

Lo studio si occupa altresì delle unioni civili. Tale istituto prevede che due persone maggiorenni, anche dello stesso sesso, si costituiscono mediante dichiarazione di fronte all'ufficiale di stato civile ed alla presenza di due testimoni. L’atto è registrato nell'archivio dello stato civile. Le parti possono stabilire, dichiarandolo all'ufficiale dello Stato Civile, di assumere un cognome comune, scegliendo tra i loro cognomi o di anteporre o posporre al cognome comune il proprio. Con la costituzione dell’unione civile le parti acquistano gli stessi diritti e doveri. L’attività dello studio si concentra tanto sulla fase prodromica rispetto alla stipula dell’unione civile – e, dunque, relativa all'attività di consulenza prestata a chi volesse meglio approfondire gli aspetti della nuova normativa – quanto sulla fase patologica, ovvero allo scioglimento dell’unione civile.

Ti risponderemo al più presto

Per favore, inserisci il codice:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

**Gentile Cliente, informiamo che i Suoi dati raccolti saranno trattati esclusivamente allo scopo di evadere la Sua richiesta ed in conformità alle vigenti Leggi in tema di tutela dei dati personali, essi non saranno diffusi o trasmessi a terzi per nessun motivo.

Informazione Giuridica - AvvocatoAndreani.it Risorse Legali

La Cassazione chiarisce a quali esigenze del figlio deve far fronte l'assegno di mantenimento (mer, 01 dic 2021)
La Cassazione chiarisce a quali esigenze del figlio deve far fronte l'assegno di mantenimento Avv. Anna Andreani. <p>Con l'ordinanza n. 36989/2021 la Corte di Cassazione chiarisce quali voci di spesa debbano rientrare nell'alveo dell'assegno di mantenimento a carico del genitore non affidatario. </p> <p>Il caso: la Corte di appello di Salerno, in parziale riforma del decreto pronunciato dal Tribunale di Ragusa, modificava il regime di visita del padre, Tizio, quanto alla figlia, Sempronia, ed poneva a carico del padre un assegno di mantenimento della minore di euro 600,00 mensili, incrementando quello fissato dal primo giudice nella diversa misura di euro 400,00. </p> <p>Avverso la suddetta sentenza Tizio ...
>> leggi di più

Per rinunciare all'eredità il chiamato in possesso dei beni ereditari deve fare l'inventario (Fri, 26 Nov 2021)
Per rinunciare all'eredità il chiamato in possesso dei beni ereditari deve fare l'inventario Avv. Giovanni Iaria. <p>Con l'ordinanza n. 36080/2021, pubblicata il 23 novembre 2021, la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito alla necessità o meno, ai fini dell'efficacia della rinuncia all'eredità da parte del chiamato in possesso dei beni del de cuius, di redigere l'inventario. </p> <p>IL CASO: La vicenda esaminata dai giudici di legittimità nasce da un avviso di accertamento per debiti tributari notificato dall'Agenzia delle Entrate collettivamente ed impersonalmente agli eredi di un contribuente deceduto. </p> <p>Contro il suddetto avviso, i ...
>> leggi di più

Casa coniugale assegnata alla madre convivente con figlia maggiorenne: a chi spettano gli oneri condominiali (Thu, 25 Nov 2021)
Casa coniugale assegnata alla madre convivente con figlia maggiorenne: a chi spettano gli oneri condominiali Avv. Anna Andreani. <p>Con l'ordinanza n. 36088 del 23 novembre 2021 la Corte di Cassazione affronta la problematica relativa alla individuazione del soggetto onerato di pagare gli oneri condominiali in caso di assegnazione della casa coniugale alla madre convivente con la figlia maggiorenne non autosufficiente. </p> <p>Il caso: La Corte d'appello di Trieste, nell'ambito di una controversia concernente domanda promossa da Tizio, nei confronti di Caia, di declaratoria della cessazione degli effetti civili del matrimonio, contratto inter partes nel maggio 1997, con provvedimenti conseguenziali, riguardanti, in ...
>> leggi di più